Home / Lo scienziato del giorno / LO SCIENZIATO DEL GIORNO

LO SCIENZIATO DEL GIORNO

    Nian  ( 1/01/12’000  a.C.)

drago 2012-01-03 001

Nian   fu  il capo degli scienziati cinesi che intorno al 12’000 a.C. inventarono l’agricoltura  e i suoi derivati.  Narrato per simboli onirici, creati dall’inconscio il racconto suona:  “( In Cina, intorno al 12’000 a.C.) Nian con la lampada in mano, va in giro da casa a casa,  cercando il drago, per  ucciderlo.”
Traduzione in concetti: “ (In Cina  intorno al 12’000 a.C. ) Lo scienziato Nian  armato  di scienza agraria, cerca  di abolire  la vecchia istituzione del cannibalismo, consistente, in caso di carestia,  nel macellare i bambini a scopo alimentare. Tale istituzione si nasconde  nelle case dei poveri, che ancora la praticano…”      Nian e collaboratori inventarono l’agricoltura  e  l’allevamento del bestiame  e i derivati:
a) principi generali,
b)  monogamia e famiglia;
c) riduzione della attività sessuale;
d) abolizione del cannibalismo  per infanticidio
e) sviluppo dell’attività intellettuale.
f)    sedentarietà
g) urbanizzazione
h) culto del collettivo ( s. Dio)
Producendo capretti e agnelli resero obsoleto l’uso di macellare i bambini. Successivamente gli sciamani e i        $teologi rilevarono che ciò  era buono, e adottarono le      fig.  Drago con viso di uomo
novità dichiarandole istituzione. Nelle notti successive

essi raccolsero dei sogni che raccontava questi eventi  per simboli onirici; in cui il loro Sé, apparso nelle sembianze di un vecchio canuto, comunicava al loro comportamento   la nuova istituzione,  confermando la sua abolizione.
Appena svegli, i teologi falsamente interpretarono i simboli, e affermarono che il loro Dio ( il vecchio canuto)avesse “creato ilmondo” e abolito il cannibalismo.
Gli altri popoli del pianeta abolirono il cannibalismo  quando essi entrarono nella agricoltura. I sumeri intorno
al 8’500 a.C., gli Egiziani, gli europei orientali, Greci   antichi, intorno al 7’000 a.C., gli Europei occidentali  verso  il 3’500 e 4000 a.C.. Presso la tribù ebrea ciò avvenne intorno al 1230 A.C. e allora Aronne ebbe  il sogno di Isacco (Genesi, 22 in Tob, 1999)che per simboli onirici narra  l’abolizione del cannibalismo  presso gli Ebrei.   Aronne(1250—1200 a.C.)   imparò l’agricoltura e i derivati dagli Egiziani intorno 1230 a.C., e fra l’altro anche  la superfluità del cannibalismo. Il suo Sé, in un sogno  fece il bilancio del suo sapere, e confermò al comportamento pratico, all’Io-agente, la volontà di accettare questo  norma.
Successivamente i teologi cattolici, affetti da pseudogenialità, interpretarono falsamente il sogno di Isacco  (Genesi 22). Dall’introduzione dell’agricoltura  e dei suoi derivati ( fra cui il divieto di cannibalismo)  nella tribù ebrea, essi  dedussero  “la superiorità, la unicità e la eccezionalità”   del dio cattolico, ignorando che l’invenzione dell’agricoltura e dei suoi derivati era  avvenuta  11’000 prima,  fin dal 12’000 a.C. ad opera e degli scienziati cinesi.

Questa superstizione dura ancora oggi ed riportata  nel Catechismo Cristiano (1992).   (Genesi, 22, in TOB 1999; Caprara, 1998; Science 1998;  Xinhua, News Agency, 2005;  Zohary, 1993)

BENEFICENZA ALL’UMANITÀ.

Lo scienziato Nian  ha donato all’umanità la cultura agraria e i derivati, ( a) principi generali, b)  monogamia e famiglia; c) riduzione della attività sessuale; d) abolizione del cannibalismo   e) sviluppo dell’attività intellettuale; f) sedentarietà e urbanizzazione)  compiendo un salto gigantesco  nel processo di ominizzazione.  Ha trasferito l’uomo  fuori dallo stato istintuale di animale  in quello razionale e umano.
Iniziò il progresso  umano, compreso quello etico.   La morale bioevoluzionistica era già insita nell’uomo
(De Waal, 2001, 2011),ereditata dai remoti cugini,  ma essi eliminarono un ostacolo, che la sospendeva  in caso di necessità, di carestia.     Producendo eccesso di cibo, ha promosso  la categoria degli intellettuali, che si dedicarono  alla riflessione, alla ricerca.
Nian e i suoi collaboratori sono fra i più grandi benefattori dell’umanità. Le loro conquiste e i loro meriti sono stati usurpati dai teologi, i quali con il trucco del sogno falsamente interpretato, li hanno attribuiti a Dio, dichiarato “ creatore  e padrone del mondo, dittatore anche della morale” ( Catechismo, 1992)  Il sogno di Aronne (Genesi, 1) che racconta per immagini l’apprendimento della agricoltura egiziana e la sua introduzione nella tribù ebrea, dai teologi viene interpretata, ascoltate!!!!  quale  “creazione  del mondo”.

 

Facebooktwitterrssyoutube

About Francesco Bertelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *