Home / Lo scienziato del giorno / LO SCIENZIATO DEL GIORNO

LO SCIENZIATO DEL GIORNO

RITA  LEVI-MONTALCINI  ( 22/04/190930 /12/ 2012R. Levi_Montalcini 2012-01-03 002
 è stata una neurologa e senatrice a vita italiana, Premio Nobel per la medicina nel 1986.
   Fu figlia di Adamo Levi, ingegnere elettrotecnico e matematico e della pittrice Adele Montalcini, ebbe  una sorella, Gino  che divenne pittrice.
    Nell'autunno del 1930  decise di studiare medicina all'Università di Torino. Tale scelta  fu determinata dal fatto che in quell'anno si ammalò e morì di cancro la sua amata governante Giovanna Bruatto. Ciò le infuse il bisogno di conoscere come funzionasse il cancro e in genere le malattie del corpo umano come raccontato nella sua biografia. Ciò illustra chiaramente come gli scienziati non inventano  ”per pura caso”, come sostengono i filosofi detrattori della scienza, ma al contrario mossi da motivazioni intrinseche, insorte da eventi traumatici  della loro esistenza.
    All'età di vent'anni entrò nella scuola medica dell'istologo Giuseppe Levi  dove iniziò gli studi sul sistema nervoso che avrebbe proseguito per tutta la vita. Alla fine dello studio si laureò in medicina                                                     fig.  Rita Levi-Montalcini
 specializzandosi in neurologia. 
Per problemi razziali nel  1938 si trasferì 
negli USA  dove si dedicò alla ricerca.
     Montalcini scoprì il meccanismo della morte di intere popolazioni nervose nelle fasi iniziali del loro sviluppo, fenomeno riconosciuto solo tre decenni più tardi (1972) e  denominato apoptosi. 
   Continuò a ricercare sulle  correlazioni nello sviluppo tra le varie parti del sistema nervoso, rivolgendosi  allo studio dello sviluppo dei neuroni isolati da vari elementi del tessuto cerebrale dell'embrione.  Giunse  a diversi risultati pubblicati su riviste scientifiche internazionali.
    Innestando in embrioni di pollo frammenti di speciali tumori, poté osservare il prodursi di un "gomitolo" di fibre nervose a carico delle cellule gangliari, deducendone l'ipotesi che un fattore chimico fosse liberato dal tessuto ospite e  divenisse attivo sullo sviluppo dei neuroni.
   Più tardi isolò  una frazione nucleoproteica tumorale  identificando  tale sostanza.  Accertò la molecola proteica tumorale chiarificandone i meccanismi di crescita e di differenziazione cellulare.
   La loro ricerca è stata di fondamentale importanza per la comprensione della crescita delle cellule e organi e svolse un ruolo significativo nella comprensione del cancro.  Per circa trent'anni fece  ricerche sull'NGF e sul suo meccanismo d'azione, per le quali nel 1986 ricevette il premio Nobel per la medicina.
 Rita Levi-Montalcini muore il 30 dicembre 2012, all'età di 103 anni, dopo aver  vissuto sempre in buona salute. 
    Detestava la religione e dichiarò: «Sono atea. Non so cosa si intenda per credere in Dio»
    Il suo interesse principale girò sempre intorno al cancro, e al suo funzionamento  allo scopo di poterlo debellare. La Levi-Montalcini   ha beneficato l’umanità, dando notevoli contributi  alla cura del cancro, una malattia oggi molto diffusa. Lei ha lavorato indefessamente  per la nostra salute.
    Ha sempre aiutato i giovani, e lottato per l’emancipazione della donna. 
    È  stata un ottimo modello sociale. Si è distinta  per la indefessa laboriosità. Si mantenne sempre in buona salute, vivendo oltre 23 anni sopra  la media, divenendo ultracentenaria. 
    Un’autentica  benefattrice  dell’umanità da vari punti di vista.  Il suo ricordo suscita sempre emozioni molto gradevoli. I giovani hanno molto da imparare da lei.
Facebooktwitterrssyoutube

About Francesco Bertelli

4 comments

  1. Do you have any video of that? I’d care to find out
    some additional information.

  2. You’ve made some decent points there. I checked online for additional information concerning the issue and found many people will go with your thoughts about
    this amazing site.

  3. obviously much like your website however you ought to look into the spelling on quite
    a few of your respective posts. Several seem to be rife with spelling problems
    and that i find it very bothersome to tell the veracity however I’ll definitely come again again.

  4. An outstanding share! I’ve just forwarded this onto a friend who had been doing a little research on this.

    And he in fact bought me dinner because I discovered
    it for him… lol. So let me reword this…. Thanks for the meal!!
    But yeah, thanx for spending the time to talk about this issue here on your web site.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *