Home / Formazione insegnanti / STRATEGIE NELL’ACQUISIZIONE DI UNA LINGUA STRANIERA

STRATEGIE NELL’ACQUISIZIONE DI UNA LINGUA STRANIERA

  1. STRATEGIE DI MEMORIZZAZIONE

    NELL’  ACQUIZIONE    DI  UNA   LINGUA

Nella linguistica manca un metodo  per lo studio  efficiente della lingua.
Nel metodo tradizionale l’unico procedimento seguito era quello della ripetizione meccanica,  che non teneva conto del particolare funzionamento del cervello e della psiche, causando gravi insuccessi. Il risultato fu il fallimento dell’acquisizione della lingua straniera in milioni di studenti.
È necessario che l’insegnante conosca come funziona la psiche dello studente,  le sue leggi, e poi li applichi durante la lezione  per migliorare la sua doceità.   Perciò bisogna curare e incrementare tale facoltà. In questo capitolo
dalla letteratura mondiale abbiamo assemblato le strategie che la favoriscono, aggiungendo anche
la nostra: la esposizione integrale seezionata con pronuncia rallentata: l’EIS-PR.
Mentre nei metodi  tradizionali  si usava solo la ripetizione meccanica,  oggi si possono usare 25 procedimenti, alcune delle quali molto efficienti. Il che rende possibile acquisire una lingua straniera nell’arco di soli due anni, ( con  due ore settimanali di lezione).
Inoltre l’insegnante e lo studente devono tener conto  delle risorse di cui dispone o nelle quali è più forte:
memoria verbale o quella spaziale, canale sensoriale  dominante, i quali contribuiscono all’acquisizione
della lingua, dando   la preferenza al condizionamento di I  livello anzicché a quello di II livello ( Pavlov, 1953)
(vedi  Bertelli, F., Psicolinguistica scientifica  2015). Di seguito verranno esposti   i 25 procedimenti.

 

Facebooktwitterrssyoutube

About Francesco Bertelli

Check Also

PIETRO IL CRETINO

  DIMOSTRAZIONE   DELLA    CRETINERIA  DI   PIETRO, E  DI  GESÙ           …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *