Home / Psicologia e religione / RIVELAZIONE ( APOCALISSE TRADOTTA)

RIVELAZIONE ( APOCALISSE TRADOTTA)

9.3.   DISSOLUIZIONE  DELLE PRIME SEI  OCCULTANTI RIMOZIONI
( Apocalisse, 6, 1-37)

 

fig. Sigillo simbolo di rimozione nell' inconscio, ossia di occultamento nell'inconscio.
fig. Sigillo simbolo di rimozione nell’ inconscio, ossia di occultamento nell’inconscio.

Poi l’io-agente (di Giovanni) intuì quando l’Intelletto dissolse la prima occultante repressione e rilevò che uno dei quattro atteggiamenti (di Giovanni )  passionalmente significava:” Accostati e  osserva”

Ed ecco  apparire una principiante intellettualità.  E colui che la gestiva lanciava  gravissime  accuse e gli fu dato il potere sovrano; egli  venne allo scoperto  come vincitore  e per vincere.

Quando l’intelletto teocratizzante dissolse la seconda occultante   repressione , il secondo aspetto  dell’uomo, quello laborioso,  significò: “Approfondisci e osserva”

fig. : Disigillare simbolo di disoccultamento o ri-attivazione di un contenuto dall'inconscio
fig. : Disigillare simbolo di disoccultamento o ri-attivazione di un contenuto dall’inconscio

E allora fu attivata l’intellettualità bellicosa. E colui che la gestiva tolse la pace dalla terra, affinché gli uomini si uccidessero  gli uni gli altri.

Quando l’intelletto teocratizzante dissolse la terza repressione occultante, il terzo atteggiamento di Giovanni, quello umano, significò:  “Approfondisci e osserva”. Ed ecco emergere una intellettualità   inquirente, e colui che la  gestiva era un giudice. E udì una voce che significava: “A ognuno  secondo  le sue opere”

Non danneggiate l’attività sacerdotale e quella intellettuale”

Quando l’intelletto teocratizzante dissolse la quarta repressione occultante, l’io-agente comprese il messaggio che significava: “Approfondisci e osserva”

Ed ecco emergere una intellettualità vegetativa e colui che la gestiva si occupava della  morte. E gli fu dato potere su un quarto dell’umanità per distruggerla con la guerra, con la carestia, con la morte, e mediante gli animali selvatici.

Quando l’intelletto teocratizzante dissolse la quinta repressione occultante, egli sentì le emozioni di coloro che furono sacrificati a causa  delle concezione teocratica e del consenso espresso. E significavano passionalmente :“Fin a quando, o Sovrano che sei giusto e veritiero, non vendicherai la nostra   sofferenza,  su tutti gli abitanti della terra ?”
E allora ad uno fu dato un ruolo di purezza e venne annunciato loro di aspettare ancora un po’  finché non  ci fosse stato un numero sufficiente di  cristiani  confratelli  che avrebbero  sofferto  come loro.

Quanto l’intelletto  teocratizzante dissolse la sesta repressione occultante avvenne un vasto  sconvolgimento  psichico entro  di me.  Il mio conscio si offuscò e l’inconscio si macchiò di atrocità. E molte comunità  andarono distrutte. Tutto  l’orizzonte  fu sconvolto

E allora tutti i potenti della terra ebbero paura e cercavano di nascondersi: governanti, guerrieri, potenti e schiavi davanti a me avevano paura  e andarono a nascondersi, dicendo:”O montagne cadete su di noi e distruggeteci e risparmiateci il furore dell’Intelletto  teocratizzante,  è arrivato il giorno della sua vendetta. Chi potrà  opporgli resistenza?”

 

 

NOTA: I quattro animali raffigurano i quattro tratti della personalità di Giovanni:  il leone la mania per la sovranità politica, l’aquila il pensiero teorico,  il bue  la laboriosità e la faccia d’uomo, lo stato sociale ( di trovatello emarginato e deprivato di ogni diritto come gli schiavi)  dell’autore.  Lo stato sociale di trovatello, emarginato e discriminato, affetto da gravi  disturbi psichiatrici,  tormentato da acute sofferenze, generati dalla sindrome di abbandono,  costituiscono la motivazione intrinseca  della sua collaborazione al progetto teocratico di Pietro, e poi all’elaborazione dell’Apocalisse.  I teologi hanno ignorato completamente  la personalità sia di Giovanni che di Pietro, rendendoli due uomini-marionette nella mani di Dio e di Gesù. Questi furono strumentalizzati a scopo del  potere politico, di stampo teocratico, che dura ancora oggi, incarnati dal papa. Solo potere politico. Il dramma dei figli abbandonati, motivazione intrinseca che generò creazione del Vangelo e poi  dell’Apocalisse, dai  teologi fu completamente ignorato.  Nel secolo scorso lo hanno ripreso solo i laici e gli scienziati. L’intelletto di questo sogno è quello di Giovanni. Sul piano della meta-comunicazione (Watzlavik, 1964) emergono  il dramma e le    sofferenze patite  da Giovanni, uno sventurato trovatello, e, come reazione, la sua paraoia, che ora progetta stragi, sangue e vendette. Questo sogno  è il programma teorico poi realizzato dalla inquisizione, espresso per simboli. Raggiunto il potere politico,  gli inquisitori lo esprimeranno

non più in simboli, ma in concetti e terribilissimi fatti concreti.

 

 

 

Facebooktwitterrssyoutube

About Francesco Bertelli

Check Also

RELIGIONE E SCIENZA A CONFRONTO

SANTITÀ    E    NORMALITÀ. TEOLOGIA    E     SCIENZA.       fig …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *