Home / Formazione insegnanti / PSICOLINGUISTICA SCIENTIFICA

PSICOLINGUISTICA SCIENTIFICA

6.9.    RAPPRESENTAZIONE  SPAZIALE  DEI VERBI

 

 

rappresentazione-spaziale 2015-12-13 001

fig.   :  La  rappresentazione  spaziale dei verbi  accresce  la percezione e  la memorizzazione

I verbi sono il pilastro intorno al quale gira tutta   l’azione espressa dalla frase. Perciò essi sono estrememente importanti in ogni lingua. Il loro padroneggiamento e i tempi di reazione neccesssari per richiamare sia il radicale del verbo che  i tempi, sono determinanti per poter parlare una lingua fluentemente e accuratamente.

In talune grammatiche i vari tempi e i vari modi venivano e ancora oggi  vengono ammucchiati, sicchè al momento del richiamo occorre compiere due tre o più trasformazioni per ottenere  il modo e la persona richiesta dalla frase da costruire. Occore un tempo lunghissimo per costruire una frase, il che disturba la conversazione.

Il verbo descrive un’azione inserita nel tempo, che nella  lingua viene rappresentato  stendendolo nello spazio. Il tempo viene  definito inserendolo e disponendolo nello spazio ( Piaget, 1954, 1973; Lurjia, 1967).

Neisser & Kerr(1973, citati in Metzigig et al, 2006) hanno cercato di isolare quali elementi della rappresentazione figurativa influesce sulla memoria e in che misura. I loro esperimenti evidenziano che la rappresenzione spaziale svolge  un ruolo importante nella memorizzaione dell’informazione.
   La teoria della rapprentazione spaziale dei verbi si basa sulla psicologia della Gestalt ( “forma”, “struttura”,  “interezza”,  “configurazione” ) di M Wertheimer, di K. Koffka citati in Köhler(1948). Ossia fenomeni psicologici si percepiscono  soltanto quando essi  compaiono come organizzati,  come struttura  e interezze  e non come somma di singoli elementi. Essa combatte la visione atomistica della realtà, e sostiene la concezione che “la struttura è sempre molto di più della somma aritmetica dei singoli elementi che la
costituiscono ”.
Nella linguistica assumendo   il verbo come  figura e    il testo come sfondo, le leggi della  percezione sono :
  1. buona forma (la struttura percepita è sempre la più semplice);
  2. prossimità (gli elementi sono raggruppati in funzione delle distanze);
  3. somiglianza (tendenza a raggruppare gli elementi simili);
  4. buona continuità (tutti gli elementi sono percepiti come appartenenti ad un insieme coerente e continuo);
  5. figura-sfondo (tutte le parti di una zona si possono interpretare sia come oggetto sia come sfondo);
  6. movimento indotto (uno schema di riferimento formato da alcune strutture che consente la percezione degli oggetti);   (Köhler, 1948)

Assunta la coniugazione del verbo  cinese come una struttura, costituita dai modi  indicativo, implorativo-esortativo, e dalle forme impersonali infinito, gerundio e participio, il  modo indicativo costituito da sei tempi di cui tre semplici e tre composti, ogni tempo deve avere un suo posto  in questa struttura.
Ogni tempo è costituito da sei persone ognuno della quale  occupa sempre il medesimo posto nella serie: io, tu, egli/ella,  noi,voi, essi.

Esperimenti hanno evidenziato che buone strutture vengono percepite meglio e più precisamente di quelle mal organizzate.
Esse vengono anche ricordate  e descritte meglio (Garner, 1974, citato in Zimbardo, 1998). Inoltre esse vengono codificate più rapidamente e più economicamente. La psicologia della struttura

(ted. Gestalt) assume che i principi della buona forma, della

prossimità, della somiglianza, della continuità, e del movimento indotto, strutturano gli elementi di un periodo e di un testo,

promuovendo una  megliore memorizzaione.
Da ciò deriva che rappresentando i verbi organizzati

in una struttura, essi  vengono codificati più rapidamente ed più economicamente,  vengono memorizzati meglio e richiamati  più rapidamente al momento del loro uso. (Garner, 1974, citato in Zimbardo, 1998).   Schema  della  coniugazione  del  verbo  cinese

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwitterrssyoutube

About Francesco Bertelli

Check Also

UNO PSEUDO-PEDAGOGISTA

   SAN    MILANI, UN   SOGGETTO    PSICHIATRICO PSEUDO-PEDAGOGISTA.     San Milani (1923-1967) …

8 comments

  1. Hello there, just became aware of your blog through Google, and
    found that it’s really informative. I am going to watch out for brussels.
    I’ll appreciate if you continue this in future.

    A lot of people will be benefited from your writing.

    Cheers!

  2. Really gօod information can be found on blog.

  3. What’s Happening і am new to this, I stumbled upon this
    I’ve discovered It absolutely useful and it has helρed
    me out loads. I’m hoping to contribute & assist othеr users lіke its aiԀed me.
    Good job.

  4. Take your time and be pleased to with all the things that you have. Love people and life.

  5. It takes a very long time to build an offer that bothers the conversation. Therefore, this is not an easy task.

  6. Thank you for all those materials you’ve described in here. It would be great if you’ll make some more posts on the topic.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *