Home / Etica Bioevoluzionistica / IL CREDO BIOEVOLUTIVO

IL CREDO BIOEVOLUTIVO

IL    CREDO    BIOEVOLUTIVO

 

fig. Due struzzi soccorrono un elefantino rimasto orfano offrendo gli cibo e protezione.

fig 1: Due struzzi soccorrono un elefantino rimasto orfano:
l’uno gli dà cibo, e l’altro gli segnala protezione
ponendo l’ala sulla sua schiena  (Epoca:  da 50’000’000 anni fa)  (Da: de Waal: 2016)

Nel medioevo i teologi cristiani giustiziavano i disabili e gli abbandonati, con il pretesto che fossero “l’incarnazione del demonio”  (Lalli, Psichiatria, 2001)

 

Il Credo dell’etica bioevolutiva è costituito  da 15  articoli  e riassume i principi fondamentali della morale bioevolutiva.  Esso copre tutti i settori della esistenza umana: la salute fisica e psichica, longevità,   relazioni sociali,  il collettivo ( stato, patria nazione),  l’ambiente quale ecosistema,  la cultura e  il futuro del pianeta.
Esso si basa sulla logica e sulla razionalità.
È stato estrapolato dal comportamento animale,
presente sul pianeta già da 50’000’000 (leggi cinquanta milioni) di anni.
È stato osservato in soggetti tutti sani di mente e normali pertanto esso è generalizzabile
tutti gli uomini, e merita il titolo di “universale” e di scientifico.
Soddisfa le categorie di scientificità:
a) spereimentale ( osservazioni di campo,
sperimenti di laboratorio);
b) obiettività, attendibilità e validità;
c) depurazione dalle distorsioni cognitive

I principi sono ordinati gerarchicamente:
a) la sopravvivenza della specie,
b) il bene comune ( benessere per tutti e non
solo per i pochi)

  1. c) il benesser di ogni singolo membro;
    d) il principio di reciprocità.La morale bioevolutiva e l’intelligenza sono state i due motori che hanno fatto evolvere l’animale primitivo,  dai dinosauri fino alle scimmie, e successivamente nell’uomo attuale,
    il quale continua a evolversi.
    Esso è  diametralmente l’opposto del credo
    del cristianesimo, estrapolato da soggetti
    psichiatrici, gravemente malati di mente,
    basato sulla illogicità e sulla irrazionalità,

costruito con il crimine e la psicopatologia.
Gesù fu un disabile mentale, un imbecille, paranoico (l’inferno eterno), antisociale
(“odia tuo padre e tua madre” Lc) come il suo produttore Pietro  entro la cui personalità era inscritto.
Giovanni l’Apocalista fu affetto della sindrome
dell’assassino seriale (Gv, Apocalisse), preso come modello e sostegno teorico da papi pseudogni imbecilli (Deschner, 2013) che hanno le più orribile nefandezze in nome di “Dio”, il quale  nonostante la “sapienza, amore e potere infiniti” attribuitigli non ha mai corretto il comportamento imbecillesco e criminale dei sui vicari (papi e preti).
Teologi, pseudogeni imbecilli,  non colgono l’incompatibilità tra “amore e potere infiniti” e poi permettere ai suoi vicari di praticare l’odio  e le carneficine  più orribili e schifose.

IL  QUINDICI-OLOGO
DELLA MORALE BIOEVOLTIVA

  1. Reciprocità,
    2. empatia e solidarietà ( compassione)
    3. equità e  giustizia,
       4. riconoscenza,
    5. soccorso,
    6. consolazione,
    7. condivisione,
    8. imparzialità (fairness),
    9.  gratitudine,
    10. cooperazione,
    11. altruismo possibile o piramide galleggiante,
    12. bontà e utilità sociale,
    13. creatività e produttività,
    14. culto del collettivo ( o della specie)
    ( stato, patria).
    15. soluzione riconciliativa   e costruttiva  di
    conflitti.
    (Lorenz, 1976; Mainardi, 1974;  de Waal, 2001, 2009;
    2011, 2013).

 

 

BIBLIOGRAFIA

 

 

Alleva, E. & Tiliacos N.(2003): Consigli a un Giovane
Etologo. Muzio, Milano.
Bertelli,F. (2015a): Cause dell’obsolescenza della
morale cattolica. Blog, www.francescobertelli.it
Bertelli,F. (2015b):  Tratti dell’Etica scientifica.  Blog,
www.francescobertelli.it
Bertelli,F. (2015c):  Criteri di Scientificità. Blog,
www.francescobertelli.it
Bertelli, F. (2014): Gesù tradotto. ( i.c.s.)
Deschner, K (2013): La storia criminale del cristianesimo
Ariel

Jores, A.(1981): Psychosomatik Medizin, Huber Berlin
Katz, L.(2000): (Ed.) Evolutionary Origins of Morality:
Cross-Disciplinary Perspectives
Imprint Academic.
Kitcher, Philip (2005) “Biology and Ethics” in David Copp
(ed.) The Oxford Handbook of Ethical Theory, Oxford
University Press

Kohlberg, L. (1973): The Meaning and the Measurement
of moral developement,
Lorenz, K. ( 1978)L’etologia: fondamenti e metodi
Boringhieri, Torino,
Lorenz,K.(1981): L’aggressività, Euroclub, Bergamo,

Luban-Plozza, B (1971): Der psychosomtische
Kranke in der praxis.  Springer, Berlin

Mainardi, D.(1974): L’animale culturale. Rizzoli, Milano
Mainardi, D.( 2006): Nella mente degli animali,
Cairo Publishing
Mainardi D.(2009): L’intelligenza degli animali.
Mascaro, S., Korb, K.B., Nicholson, A.E., Woodberry, O.
(2010). Evolving Ethics: The New Science of Good and
Evil. Exeter, UK: Imprint Academic.

Ridley, Matt (1996). The Origins of Virtue. Viking.
ISBN 0-14-026445-0.
Ruse, Michael (1993). “The New Evolutionary Ethics”. In
Nitecki, Matthew H.; Nitecki, Doris V. Evolutionary
Ethics. Albany: State University of New York.
Shermer, Michael (2004). The Science of Good and Evil:
Why People Cheat, Gossip, Care, Share, and Follow the
Golden Rule
. New York: Henry Holt and Company.

de Waal, F. (1991)  Far la pace tra le scimmie.
Rizzoli , Milano
de Waal, F.: (2001): Naturalmente buoni. Il bene
e il male nell’uomo e in altri animali
.
Garzanti, Milano
de Waal, F.:(2008) Primati e filosofi.

    Evoluzione e  moralità.  Garzanti, Milano
de Waal, F.:(2011) L’età dell’empatia. Lezioni
dalla  natura per una società più solidale.

Garzanti, Milano
de Waal, F.:(2013). Il bonobo e l’ateo –
In cerca di umanità fra i primati.
Cortina,
Milano

de Waal, F.:(2016) Are we smart enough? .
Wright, R. (1994): The Moral Animal: The New
Science  of evolutionary  Psychology, New York,
Pantheon

 

 

 

Facebooktwitterrssyoutube

About Francesco Bertelli

Check Also

LETTERA AL PRESIDENTE DELL’ UA

  Al   sig.   PRESIDENTE    DELL’  UNIONE AFRICANA   (UA) ALPHA    CONDÉ, ADDIS ABEBA, (ETIOPIA). …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *