Home / Formazione psichica / LA “MISSIONE APOSTOLICA” COMPIUTA DAGLI SCIENZIATI ! ! ¨! ! ! ! ! ! ¨

LA “MISSIONE APOSTOLICA” COMPIUTA DAGLI SCIENZIATI ! ! ¨! ! ! ! ! ! ¨

LA   “MISSIONE   APOSTOLICA”,   COMPIUTA    DAGLI
SCIENZIATI   E   NON   DAL  PAPA….! ! ! ! ! ! ! ! ! ! !

imagesCAXTJKAD

FIG. 1: Un bambino affetto da sindrome abbandonica  è inabile a relazioni sociali, e si ritira

nella solitudine. Così  fanno anche  le scimmie (Harlow,  1962;  Mainardi 1974;    Lorenz 1966).

 

La missione apostolica non si basa su un documento storico, come sostengono i teologi,  poiché non
 esiste  nella storia. La menzione di una  “missione apostolica” è assente in tutti gli storici
dell’antichità esaminati da Deschner (2013). Al contrario esso è un documento biografico di
Pietro, riferito  in uno dei sogni raccolti nel Vangelo (Gv, 21, 15) che recita:

“(Pietro) abbi cura dei miei agnelli” (Gv, 21, 15).

Ma per capire il significato autentico occorre definire
il tipo di testo, il produttore del medesimo, e il contesto sociale, i protagonisti e  i contenuti  che compaiono nel racconto.
Il testo in cui compare l’episodio  non è un una cronaca o un brano di storia, ma il racconto di un sogno  raccolto

da Pietro di notte durante il sonno REM, in una grotta di Qumran, come tutti i rimanenti 153 sogni riportati nel Vangelo (Bertelli 2014). Il Vangelo è costituito da 154 sogni, due allucinazioni e due deliri,  prodotti da Pietro, durante il periodo di meditazioni  dal 26 al 30 d.C.
Essendo il testo il racconto di un sogno, tutti gli elementi che compaiono nel sogno, sono dei simboli onirici. Perciò
bisogna prima tradurre i simboli onirici in concetti e poi valutarli e decodificare il loro significato:  la personalità di Pietro,   produttore del sogno, l’epoca socio-culturale
in cui egli vive, Gesù, il committente, Pietro-sognico, l’incaricato, agnelli nel sogno, pascolare.
Pietro fu un bambino abbandonato in tenera età, racccolto e allevato alla men peggio in una grotta di Qumran dai monaci Esseni. La sindrome di abbandono generò reattivamente
gravi disturbi psichici, mentre era innata la disabilità mentale, volgarmente denominata imbecillità al margine della cretineria.
Il Pietro-sognico, ossia Pietro che compare nel sogno
raffigura l’Io conscio  del sognatore medesimo.  Gesù raffigura l’intelletto/il razionale di Pietro;  agnello, il bambino abbandonato, il compito raffigura l’assistenza ai diseredati.
Tradotto in concetti il sogno suona:
(L’intelletto  dice): “ Io-conscio, assisti i trovatelli”(Gv, 21, 15)
L’intelletto impone all’Io conscio di Pietro di dedicarsi all’assistenza degli abbandonati.
Ciò è un evento soggettivo, interiore, che avviene nella psiche di Pietro. È un evento privato, intrapsichico, intracranico.  Non è un evento pubblico e Gesù non è un ente estraumano, soprannaturale  inviato da Dio anch’egli un ente estraterrestre. Gesù è una funzione psichica di Pietro, come il Virgilio-sognico che compare nella Commedia di Dante Alighieri. .

Esso non esiste nella storia della sua epoca.
Dio e Gesù non possono essere presi come  personaggi  reali e obiettivi.

Pertanto “la missione apostolica” di cui parlano i teologi  è un fenomeno puramente soggettivo e privato
di Pietro. È un fenomeno che gli antropologi hanno riscontrato in centinaia  di altri casi simili in figli abbandonati, e fondatori di altre religioni redentrici,

B) SERVIZIO NECESSARIO SOLO IN ISRAELE.
Piero offre un servizio sociale. Ma esso era necessario solo in Israele, dove non esisteva ancora una istituzione che si occupasse ufficialmente dei bambini abbandonati.
Negli altri paesi non era necessari poichè esisteva già e in alcuni da millenni.C) TIPO DETERIORE DI ASSISTENZA.
Il tipo di assistenza offerto  da Pietro e dai teologi era deteriore, trattando  solo i sintomi della sindrome di abbandono. Raccogliere i bambini esposti, dare loro cibo e qualche cura fisica e niente altro. Ai piccoli mancava
l’affetto, le cure parentali, un legame forte, e un’identità.

Come tale esso perpetuava il male e la sindrome.
Il trattamento sintomatico perpetua la crisi, la sindrome,
le deprivazioni e  le sofferenze delle vittime.
Gli scienziati, dotati di superiore intelligenza e  sensibilità, hanno affrontato questa sindrome con trattamento causale.
  A partire dal 1941  due scienziati ( Ogino e Knaus) studiando il ciclo femminile iniziarono a sviluppare  gli anticoncezionali. Negli anni seguenti altri scienziati  hanno inventato 26 anticoncezionali  che permettono  di prevenire nascita di bambini
economicamente, affettivamente,  pedagogicamente,
insostenibili, tenendo solo quel figlio (uno o due), che era sostenibile, e che sarebbe potuto cresce in modalità di normala e di salute mentale.
Per tutto il medioevo  i teologi, pseudogeni imbecilli,  hanno sostenuto  e imposto come verità dogmatica il principio  “un figlio è la benedizione di dio”, causando così famiglie numerose  fino a 26 figli per famiglia, nelle  quali alto era il tasso di criminalità e di gravi malattie mentali.
Negli anni ’50 del 1900 la psichiatria sociale ha dimostrato che la deprivazione di cure parentali, di affetto, di modelli sociali, cosa che avviene sempre nelle famiglie numerose, è la fonte di criminalità e di malattie mentali ( Arieti, 1972, citato in  Lalli 2001; Korboz 1972, Lutz 1963, Aujouraguerra, 1972).

 

imagesCADDU73O

fig 2:  Un bambino che fruisce di   “accettazione, affetto,  cure parentali e modelli sociali  positivi”,  mediante il controllo delle nascite,
gode di salute mentale, di onestà e felicità ( Arieti, 1972;   Corboz, 1974;    Lalli 2001;  Kahan  1974 ).

 
Ciò  è stato  confermato anche da esperimenti   con  scimmie allevate in isolazione ( Harlow, 1962), le quali, divenute adulte, non
sono abili a esercitare il ruolo di partner sociale, quello materno e quello sessuale.
I principi teorici elaborati dagli scienziati, sono stati ampiamente e ripetutamente  confermati  dai risultati sociali. In Cina, nei paesi del Nordeuropa (Olanda, Danimarca  Svezia ecc. ), dove  si pratica il controllo delle nascite, il tasso di criminalità e delle malattie mentali è sceso notevolmente e continua a scendere e si approssima asintoticamente a zero.
Mentre continua a esser alto nei paesi cattolici (Italia, Polonia, Filippine ecc), dove  la Chiesa si oppone a tale prevenzione: il controllo delle nascite.

Opponendosi ai dogmi della Chiesa, gli scienziati della medicina e della psicologia hanno  risolto  il problema della sindrome di abbandono mediante la prevenzione di famiglie con esubero di bambini.  Scopo realizzato con gli anticoncezionali. Inoltre gli scienziati della psicologia  hanno sviluppato metodologie per curare i deprivati.
Paradossalmente i teologi e la chiesa si non ferocemente opposti a questo trattamento, contravvenendo al loro scopo
principale che era quello di “assistere i disabili e gli abbandonati” (Gv 21, 15).
Ma allora il papa e i teologi che ci stanno a fare  sulla terra?
Essi fanno politica.
Come i suoi predecessori a cominciare da Pietro, il fondatore, il papa  fa politica mimetizzandosi dietro  pretesti vari. Usurpa ruoli che non gli competono e di cui non ha nessuna competenza.
Il metodo applicato dalla Chiesa nell’assistenza  agli
abbandonati era ed è il trattamento sintomatico,
un rimedio aleatorio, che perpetua  il dramma,
mentre gli scienziati hanno elaborato quello causale,
che elimina integralmente criminalità e malattie mentali.

Fake news e ancora fake news. Falsificazioni e ancora falsificazioni. Tutta la storia della Chiesa è una
lunghissima galleria di falsificazioni, falsità materiali e  falsità ideologiche come ha evidenziato, documenti alla mano, Deschner ( Storia criminale del cristianesimo, 2013).
Per quanto strana e incredibile possa sembrare,  resta  completamente dimostrata  la tesi sollevata all’inizio:  la missione apostolica l’hanno compiuta gli scienziati  mediante la prevenzione  di nascite affettivamente, economicamente e pedagogicamente insostenibili,
attualizzata  con gli anticoncezionali, che oggi ammontano a 26.  La prevenzione di  bambini insostenibili, garantisce a quelli
accettati e  sostenibili,  di ricevere l  i bisogni basici  della personalità per crescere   mentalmente sani,   onesti e felici.
Gli scienziati della psichiatria  hanno dimostrato  che  la deprivazione di  “accettazione, affetto di cure parentali e di modelli virtuosi”
nella primissima infanzia  sono la causa di malattie mentali, di criminalità,  immoralità ( Arieti, 1972;   Lalli 2001;  Kahan  1974).
“Caratteristica dei neonati dell’uomo è il bisogno fondamentale di stabilire rapporti soddisfacenti fin dai primi giorni di vita.
Il primo contatto  del neonato con la madre avviene attraverso il capezzolo e il seno, e perché possa realizzarsi  un buon rapporto oggettuale parziale primario è necessario   che sia la madre  che il bambino   riescano a superare la frustazione a ciò connessa”
(Kahan,   1974,   p. 7 ).
I medesimi  fenomeni si osservano  fra gli animali  (Harlow, 1962;    Mainardi,  1974;   Lorenz,  1966)

Il papa è un usurpatore e un menzognero.

La chiesa ha disatteso il compito  ricevuto dalla storia, quello di assistere gli abbandonati. Ma tale compito valeva solo sul territorio nazionale di Israele, poiché nelle  altre nazioni del pianeta esistevano altre religioni redentrice che assolvevano a questo bisogno (buddismo, eleusinismo, orfismo cabirismo ecc.).
Sembra surreale. Sembra assurdo. Sembra incredibile. Ma è  proprio così.
Per duemila anni la chiesa ha promosso criminalità  e  malattie mentali,  “un figlio è la benedizione di Dio” ,   proprio mentre si riempiva la bocca  di precetti morali  quali  “amore del prossimo”, “salvezza dell’anima” ecc. E non solo nel medioevo  ma ancora oggi,
opponendosi all’uso degli anticoncezionali   che garantiscono   solo la  nascita di bambini a cui vengano garantiti
quei  ” bisogni basici  primari “,    indispensabili   per  la formazione di un corpo e di una mente sana.

Vedi (Bertelli 2016/a, 2016/b, 2016/c, 2016/d, 2016/e, 2016/f;  Deschner 2013; Fittipaldi 2015, 2017;  Guarino  2014;  Nuzzi 2009, 2015;  Odifreddi, 2007;  Renzetti 2011, 2013;  Sgrena,  2016).

Non senza conseguenze: siamo già in era post-cristiana.  Il cristianesimo non sta declinando  ma crollando. È in caduta libera.

 

 

BIBLIOGRAFIA
Bertelli,F. ( 2014): Gesù tradotto.
Bertelli,F. ( 2016/a): Era post-cristiana
www.francescobertelli.it
Bertelli,F. ( 2016/b): Epifania animale
www.francescobertelli.it
Bertelli,F. ( 2016/c):  Teologi e scienziati a confronto
www.francescobertelli.it
Bertelli,F. (2016/d): Morale cattolica e morale
bioevolutiva   www.francescobertelli.it
Bertelli,F. (2016/e): Perché morale bioevolutiva?
www.francescobertelli.it
Bertelli,F. (2016/f): Crocifisso sì, crocifisso no.
www.francescobertelli.it
Deschner, K. (2013): Storia criminale del
cristianesimo. Ariele,

Fittipaldi, E. (2015): Avarizia. Feltrinelli, Milano
La ricchezza del Vaticano.

Fittipaldi, E. (2017): Lussuria. Ariele
(pedofilia nel vaticano

Guarino M.(2014): Vati-cash. Koinè, Roma
( le ricchezze dei prelati…)
Nuzzi, G.(2009): Vaticano S.P.A. Chiarelettere, Milano
Nuzzi, G.(2015): Via Crucis. Chiarelettere, Milano
Odifreddi, P. (2007): Perché non possiamo essere
cristiani
. Longanesi.
Renzetti R. (2011): Alla ricerca di un uomo chiamato
Gesù. Tempesta, Roma
Renzetti R. (2013): La chiesa contro  Gesù. Tempesta,
Roma
Sgrena, G. (2016): Dio   odia  le donne.
Feltrinelli,   Milano.

Facebooktwitterrssyoutube

About Francesco Bertelli

Check Also

LA FEDE, FENOMENO PSICHIATRICO

LA    FEDE,   FENOMENO    PSICHIATRICO  .     Fede, in coloro che la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *